Eric Dolphy Underlined

sabato 15 febbraio 2020 – Pinocchio Jazz – Firenze
domenica 16 febbraio 2020 – Casa Del Jazz – Roma  

Un approfondito modo di interpretare la musica composta da Eric Dolphy, smontando, reinventando le idee compositive, immaginando le forme di una musica piena di stimoli che affonda la sua urgenza nel tracciare una sintesi fra il jazz e la musica classica del novecento. Uno sguardo alla grandezza di Eric Dolphy ed uno al presente della musica improvvisata, un ponte fatto di Europa, lotte e conquiste, ma anche di un viaggio dall’Africa alle corti intellettuali europee passando per Braxton e Misha Mengelberg. Marco Colonna clarinettista tra i più apprezzati in Italia, al terzo posto nei referendum di Musica Jazz del 2019, dopo maestri come Enrico Rava e Franco D’Andrea, un percorso artistico fatto di creatività e coerenza, si trova a confrontarsi con Alexander Hawkins, per la prima volta in duo, dopo diverse esperienze insieme come membri della formazione Eternal Love di Roberto Ottaviano. Lo stile del musicista romano è inconfondibile,  non solo per l’approccio che va oltre gli schemi al clarinetto basso ma anche per l’utilizzo di due strumenti suonati simultaneamente, non una semplice trovata scenica ma una scelta che arriva da lontano, figlia degli ascolti di Roland Rashaan Kirk e di molte musiche dal mondo. Alexander Hawkins, pianista e organista inglese è uno tra gli artisti più rappresentativi sulla scena ed ha collaborato con artisti comeEvan Parker, John Surman, Joe McPhee, Mulatu Astatke, Wadada Leo Smith, Anthony Braxton, Marshall Allen, Han Bennink, Hamid Drake, Rob Mazurek, Taylor Ho Bynum, Harris Eisenstadt, Matana Roberts e Shabaka Hutchings.  

Marco Colonna : clarinetto basso, sax sopranino
Alexander Hawkins : piano

Lascia un commento